Instagram e visual storytelling

 80,00

Esaurito

Descrizione

Il visual storytelling è sempre più parte integrante delle strategie di comunicazione: se inserito in un mix assieme a contenuti scritti e video, è perfetto per raccontare al meglio la nostra attività, coinvolgendo il nostro utente target.

Perché? Perché l’immagine è più diretta, attira maggiormente l’attenzione della parola, coinvolge, emoziona, attrae. Vedremo quindi come diverse realtà (anche relative al mondo della cultura) hanno applicato queste strategie e perché, fino ad arrivare a concentrarci sul social per immagini attualmente più diffuso.

Instagram è in grado di veicolare emozioni e sentimenti molto più delle parole. Racconta le emozioni che proviamo durante la vista ad una mostra o quando siamo in biblioteca. È uno strumento per svelarci tesori nascosti e non accessibili: libri antichi, incunaboli, o altro materiale antico custodito in biblioteca. Ci spinge ad andare a vistare il museo, la mostra o ad entrare in biblioteca.

Instagram, quindi, non è solo un luogo nel quale pubblicare belle immagini, ma anche e soprattutto, coinvolgimento.

Quindi un aiuto per migliorare engagement e brand awareness. In altre parole uno straordinario strumento di marketing digitale per il quale occorre:

  • Definire una strategia di comunicazione ben definita (cosa voglio trasmettere e come);
  • Pubblicare con una frequenza costante secondo un piano editoriale ben definito;
  • Avere familiarità con i followers;
  • Creare una style guide ben definita;
  • Avere come obiettivo intercettare il nostro utente e farlo diventare un nostro follower.

Durante il corso ci si concentrerà, quindi, sulla:

  • Costruzione di un piano editoriale efficace e coinvolgente;
  • Creazione dei post, con particolare attenzione a didascalia, hashtag, link, contenuti multimediali;
  • Definizione della strategia per la creazione di campagne di “fidelizzazione” (contest, giochi, quiz…);
  • Individuazione del target attraverso l’analisi dei comportamenti e degli interessi dei visitatori.

Potrebbe interessarti anche il corso Facebook per biblioteche , il corso Facebook per musei e il corso  Twitter per biblioteche e musei